Articoli marcati con tag ‘sgarbi’

I concorsi di Architettura nel paese di Pulcinella


Lo studio
Labics vince un concorso di progettazione per l’ampliamento del Palazzo dei Diamanti a Ferrara e un gruppo di contestatori, capitanato da #ItaliaNostra e #Sgarbi, vuole impedire lo “scempio”.
Così vanno i concorsi di Architettura in Italia, il paese di Pulcinella.
Alcune riflessioni: se è errato pensare ad una addizione non si arriva a concepire un concorso. Se è stato indetto un concorso ci sarà qualcuno che ha fatto uno studio, avrà interpellato le istituzioni competenti (la Sovrintendenza, per esempio) e poi avrà indetto il concorso, trovando le risorse economiche e stanziandole.
Superata questa fase preliminare, nella quale sono state analizzate tutte queste criticità, si fa un concorso serio e si fa realizzare il progetto al vincitore (che detto fra parentesi non è proprio uno studio di gente incompetente).
Bloccare l’esito di un concorso dopo che ne è stato selezionato il progetto vincitore si chiama danno erariale.
Tutto il canaio a valle di questa operazione è, perciò, ricerca di visibilità politica ed elettorale ed un danno per la collettività.
 
Post scriptum:

All’estero le addizioni ad edifici storici sono operazioni che si fanno normalmente da decenni. Questi ampliamenti vengono chiamati anche “architettura parassita” e non è un insulto.

 

Il vero problema è la chiesa di Foligno di Fuksas ?

Vorrei chiedere a questi critici illuminati se hanno mai girato per il nostro paese e pensano realmente che il problema dell’Italia sia l’ultimo progetto di Fuksas, sono diventati tutti improvvisamente esperti di liturgia cattolica, stanno li a pontificare su forma, dimensione, materiali e quant’altro, ma le nostre periferie le hanno mai viste ?

Studio Fuksas - Chiesa San Giacomo - Foligno

Vedi il set di immagini su Flickr

Ogni giorno vengono approvati in Italia, dagli uffici competenti,  progetti firmati da geometri, (nella maggior parte dei casi contravvenendo alla legge), da ingegneri di ogni settore, (che normalmente non hanno alcuna preparazione per poter progettare), da periti edili, da agronomi e da architetti assoggettati all’impresa edile o al partito politico di turno che invadono il nostro paese di immondizia edile senza che ci sia dietro alcun progetto e di conseguenza senza architettura.

Ma allora il nostro problema è davvero quel 1% 0 2% di architettura che viene realizzata in Italia, come la chiesa di Fuksas ?

Proporrei in futuro di far progettare a Sgarbi, Salingaros o La Cecla così vivremo in un paese più bello e soprattutto più contemporaneo.