Articoli marcati con tag ‘Natalini’

3 itinerari di architettura moderna e contemporanea in Toscana ed Emilia Romagna


Carlotta di Sandro è una giovane laureata in Architettura con la passione della fotografia e dell’Architettura del Paesaggio.
I suoi scatti non sono solo “belle immagini” ma riescono a individuare in ciascuna inquadratura una qualità essenziale dell’opera di Architettura che rappresentano. Sono visibili sulla sua pagina Instagram.
È questa capacità, propria dei fotografi specializzati in Architettura, che ci ha colpito quando ci ha sottoposto il suo lavoro.
Così le abbiamo chiesto di organizzare, per i nostri lettori, tre itinerari di Architettura da visitare durante le prossime vacanze.
Le architetture che ha scelto sono tutte dei capolavori del moderno e del contemporaneo e i suoi scatti rendono perfettamente la loro atmosfera.

 

ITINERARIO A – Nel sud della Toscana

1) Cantina Petra – Mario Botta Architetti
Il disegno architettonico di Mario Botta per Cantina Petra (Suvereto) si realizza splendidamente in un progetto dal sapore agricolo che sembra appartenere da sempre alla natura di questa terra. Uno degli elementi caratterizzanti è sicuramente la scalinata centrale che, oltre a dar luce agli ambienti interni, spalanca la vista sui disegni delle vigne circostanti.

Cantina Petra: vista dalla scalinata

 

2) Arte Contemporanea nel borgo di Ghizzano
Il Borgo di Ghizzano è un gioiello d’altri tempi che accoglie, dal 2019, numerose opere permanenti di arte contemporanea (artisti: Alicja Kwade, David Tremlett e Patrick Tuttofuoco).

Borgo di Ghizzano (PI) – Alicja Kwade, SolidSky

 

3) Edificio Cooper 2000 – Massimo Carmassi
L’edificio Cooper 2000 di Massimo Carmassi a Pontedera qualifica il paesaggio urbano con un segno architettonico di chiara ed immediata riconoscibilità ponendo nello stesso tempo la massima attenzione alla qualità del vivere.

Edificio Cooper 2000: dettaglio facciata

 

ITINERARIO B – Dalla Cantina Antinori nel Chianti Classico a Firenze

4) Cantina Antinori nel Chianti Classico – Archea Associati
La Cantina Antinori nel Chianti Classico è un esempio perfetto di come l’architettura possa inserirsi nella natura nel pieno rispetto del ritmo paesaggistico circostante.
La sensibilità di Archea ha dato vita ad un progetto ipogeo che cela al suo interno un susseguirsi di scorci meravigliosi.

Cantina Antinori nel Chianti Classico: rapporto col contesto

Cantina Antinori nel Chianti Classico: scala elicoidale

Cantina Antinori nel Chianti Classico: dettaglio della scala elicoidale

 

5) Museo dell’Opera del Duomo – Natalini Architetti e Guicciardini Magni Architetti
È il più ricco centro di sculture monumentali fiorentine al mondo. All’interno si trovano i capolavori che furono realizzati per gli edifici ecclesiastici che sorgono nelle immediate vicinanze: la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, il Campanile di Giotto e il Battistero di San Giovanni.

Museo dell’Opera del Duomo: salone di entrata

 

6) Museo Degli Innocenti – Ipostudio 
Lo Spedale Degli Innocenti, ha rinnovato nel 2016 la propria veste grazie al progetto di Ipostudio Architetti. Un importante intervento di rilettura museografica si è coniugato nella pratica con estrema delicatezza donando a Firenze e allo Spedale un nuovo gioiello di architettura contemporanea.

Museo Degli Innocenti: lucernario

 

7) Casa per Appartamenti – Leonardo Savioli 
La Casa per Appartamenti di Leonardo Savioli è un edificio caratterizzato da una forte plasticità che, articolato lungo un asse verticale immaginario, ridefinisce la tipologia della casa torre fiorentina. Ogni particolare, dal pluviale all’infisso, è trattato con estrema cura: ognuno contribuisce all’organicità dell’insieme, dando vita ad un chiaro esempio di autonomia stilistica.

Casa per appartamenti: dettaglio finestre

 

8) Chiesa Cattolica Parrocchiale del Sacro Cuore – Lando Bartoli e Pier Luigi Nervi 
La Chiesa progettata da Lando Bartoli si staglia con imponenza mediante l’avveniristico campanile realizzato in collaborazione con Pier Luigi Nervi. Il campanile può essere considerato il forte elemento di riconoscibilità in una zona di Firenze che, nel secondo dopoguerra, fu vittima di pesante speculazione edilizia.

Chiesa Cattolica Parrocchiale del Sacro Cuore: campanile-facciata

 

ITINERARIO C – Da Michelucci ad Alvar Aalto

9) Chiesa Di San Giovanni Battista – Giovanni Michelucci 
La Chiesa di San Giovanni Battista, chiamata più semplicemente Chiesa dell’Autostrada, di Giovanni Michelucci, è l’inconfondibile punto di maturazione e rinnovamento nel percorso progettuale dell’architetto pistoiese. La copertura, dinamica e visivamente leggera, sembra essere sostenuta all’interno da intrecci di rami che si protraggono in varie direzioni.

Chiesa Dell’Autostrada: dettaglio delle coperture

Chiesa Dell’Autostrada: l’interno

 

10) Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci
A metà degli anni Ottanta Italo Gamberini concepì il primo museo di arte contemporanea d’Italia: un luogo dinamico dove poter godere delle opere ed attuare al contempo ricerca artistica. Il corpo originario è stato poi implementato dall’intervento di Maurice Nio nel 2016 con una futuristica ala color oro che abbraccia e raddoppia la struttura di Gamberini.

Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci: intervento di Italo Gamberini

Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci: ampliamento di Maurice Nio

 

11) Fattoria di Celle – Collezione Gori
La Fattoria di Celle, situata in località Santomato (Pistoia), cela al proprio interno un vero e proprio museo a cielo aperto: dalla seconda metà del Novecento racchiude infatti la Collezione Gori, una raccolta di circa 80 opere artistiche ambientali. Tra queste spicca La Cabane éclatée aux 4 salles di Daniel Buren, un parallelepipedo esploso verso il cielo completamente rivestito da specchi.

Fattoria di Celle: La Cabane éclatée aux 4 salles” di Daniel Buren

 

12) Cimitero Militare Germanico della Futa – Dieter Oesterlen 
Il Cimitero Germanico di Dieter Oesterien si trova sulla schiena dell’Appennino tosco-emiliano, al di sopra di conifere, abeti ed aceri montani. Un muro lungo quasi 2km si dispiega con dolcezza tra conifere, abeti ed aceri montani. Il cuneo di pietra proteso verso il cielo è il perfetto finale di un chiaro labirinto.

Cimitero Germanico del Passo della Futa

 

Cimitero Germanico del Passo della Futa: terrazzamenti

 

13) Chiesa di Santa Maria Assunta – Alvar Aalto
La Chiesa di Riola è l’unica opera in Italia di Alvar Aalto. La composizione architettonica si basa sul tema della ripetizione degli elementi e sul sapiente uso della luce. Una volta valicata la porta d’ingresso si ha la sensazione di essere avvolti dalle pareti curve e dai dolci telai strutturali che sorreggono la copertura, caratterizzata da ampie e frastagliate vetrate che captano i raggi solari proiettandoli all’interno della navata asimmetrica.

Chiesa di Alvar Aalto: esterno

Chiesa di Alvar Aalto: interno

 

I 3 itinerari sono stati concepiti da Carlotta Di Sandro.
Fotografie e testi © Carlotta di Sandro.
Editing: Giulio Paolo Calcaprina.