CALL 100 parole: “COSA FARÀ L’ARCHITETTO NEL POST-COVID?”- Riflessioni di Federica De Martino

27 Luglio 2020

La mia analisi parte da una semplice domanda:

Quanto cambieranno le abitudini delle persone?

La realtà che stiamo vivendo dovrà far fronte ad una rigenerazione dei luoghi. Sarà necessario ripensare alle diverse forme di socialità ed al tempo stesso alla ri-adattabilità ed alla ri-scoperta degli spazi pubblici e privati. L’architettura dovrà far fronte a diverse necessità.

“L’interesse per le prestazioni, la tecnologia e la costruzione non è fine a sé stesso. Renzo Piano ha sempre considerato il ruolo sociale dell’architettura come sua ragione d’essere” D.C.

 

Testo di: Federica De Martino
Immagine: Carlo Stanga, architetto e illustratore
Editing: Giulia Gandin

 


Lascia un Commento