Biblioteca d’emergenza – Yona Friedman, L’architettura di sopravvivenza – segnalato dalla pagina Yona Friedman Experience

18 Marzo 2020

In questi tempi di crisi, che coinvolge pesantemente molti colleghi architetti, e che ci costringe a rimanere chiusi in casa, non ci rimane che riscoprire le nostre biblioteche. Mandateci una foto dei libri che vi fa piacere segnalare, con le foto della copertina, due pagine interne, e un breve estratto del testo. Noi le rilanceremo qui sul nostro blog.

Un altro libro fantastico fonte di grandi ispirazione per tutti.

 

Yona Friedman, L’architettura di sopravvivenza, una filosofia della povertà, ed. Bollati Boringhieri, 2009.*

L’agricoltura urbana, totalmente dimenticata dall’urbanistica moderna delle città ricche, può rinascere. Essa può assumere due aspetti: nella città ricca può essere utile per i prodotti (primizie) il cui trasporto e stoccaggio sono costosi (a causa della loro fragilità). Se questi prodotti crescono in città, il costo del loro trasporto attraverso la città è molto inferiore, e se certe piccole comunità li coltivano per sé,  la loro produzione rappresenterà un passo verso l’autarchia.  L’altro aspetto è legato alla penuria: si produce il cibo in città semplicemente per avere da mangiare” pag. 126

 

 

 

*prima edizione: Yona Friedman, L’Architecture de survie. Une philosophie de la pauvreté, Editions de l’éclat, 2003


Lascia un Commento