In ricordo di Paolo Rosa

A Paolo Rosa.

A poco più di un un mese dalla tua scomparsa, prematura e improvvisa, provo ad allentare se non a sciogliere, il nodo alla gola che la tua dipartita mi ha lasciato.. E provo a farlo, ricordando la persona meravigliosa che sei stato, non solo l’arte tua che tutti direttamente abbiamo conosciuto e apprezzato, l’arte tua e di <Studio Azzurro> che ha rivoluzionato il rapporto tra lo spazio reale e quello virtuale, quanto il tuo impegno incessante come Docente, l’impegno che hai avuto nel costruire da zero, da pioniere, la Scuola di Nuove Tecnologie dell’Accademia di Belle Arti di Brera.

2012-11-21-1932521disegno-paolo-rosa


Mi sento di farlo, come artista e come collega, rispettando la qualità e la quantità del lavoro tuo, quello che fu allora di De Filippi, e che oggi è della Direzione di Marrocco, il lavoro, anche quello di incalcolabile valore, svolto della teoria infinita di personalità che da <Brera Due> son passati, e ancora restano a Brera Due, a <fare scuola>.

Penso naturalmente al compianto Caronia, ma penso anche Bifo, che rappresenta oggi la punta più avanzata di un pensiero e di una prassi dell’arte che il mondo ci ammira, e naturalmente penso a Andrea Balzola, come anche a Ezio Cuoghi, Mauro Folci, Andrea Lissoni, Tullio Brunone, Giuseppe Baresi, Huber Westkemper, Francesca della Monica, Giulio Calegari, Roberto Castello, Luca Mosso, Gianfilippo Pedote, Riccardo Notte….

I tuoi colleghi di sempre.

A loro e a noi tutti spetta, d’ora in avanti, la sorte di questo gioiello di scuola, di questa scuola avanzata, non solo dal punto di vista tecnologico ma concettuale, a noi tutti spetta di mantenere il livello raggiunto, di fare onore alla tua memoria semplicemente lavorando con generosità nella Ricerca Pubblica, per il rinnovamento dei linguaggi dell’arte.

Massimo Mazzone

paolo-rosa-e-a-balzola1

cover-libro-scuola-nuove-tecnologiecaronia1


Lascia un Commento