Pier Paolo Balbo Di Vinadio, le ragioni di una candidatura. Rinnovo del Consiglio dell’Ordine degli Architetti di Roma

16 settembre 2013
Cari amici e colleghi,
Ho deciso di impegnarmi per il nuovo Consiglio dell’Ordine degli Architetti. Una sfida per me contro corrente:  ma anche un contributo (che sento di dover dare) ad un dibattito necessario. Riflettendo (dall’alto dei miei 40 anni di attività, anni per me densi ma anche contraddittori, non soddisfacenti) sulla difficile situazione dell’Architetto italiano (e romano in particolare), guardando alla diversa situazione della dignità ed efficacia della professione nel proprio paese,che è facile intuire in Francia, Germania, Inghilterra, Olanda, Finlandia (ultimamente un viaggio ad Helsinki mi ha dato la misura di eccellenza, in quella realtà), guardando all’apporto che riescono dare per il rinnovo delle loro città (ben visibile nei loro paesaggi urbani),  pensando alla necessità di maggiore incidenza degli Architetti italiani, nel rinnovare il “sistema Paese”, e l’esperienza romana nostra, dal ’94 ad oggi (da 100 piazze alle centralità …), del tutto insoddisfacente, sia nelle proposte progettuali, che soprattutto nelle capacità di portarle in attuazione. Guardando criticamente al rapporto tra Professione e Formazione, che ho avuto modo di sperimentare anche direttamente  (quand’ero Presidente del CdL Magistrale in Architettura a Valle Giulia), toccando con mano la distanza tra il necessario rinnovamento della domanda del mercato internazionale  (per non restare definitivamente in ritardo nella competizione, ormai globale) e le basi formative dell’Università, così anchilosate, difficili da innovare ed aggiornare,  mentre sarebbe urgente una maggiore dialettica Ordine Università. Per tutte queste ragioni (o meglio amarezze), ho visto con grande piacere il formarsi di un nucleo di giovani,  attenti e combattivi, propositivi con la giusta carica di innovazione, che mi hanno fatto sentire quasi obbligatorio un mio coinvolgimento,  direi di disponibilità critica e curiosa, al lavoro di confronto e affiancamento.
0_-lista_elezioni-ordine-roma-20132

Lascia un Commento