Colosseo quadrato svendesi

21 luglio 2013

Lo stato si sa, piange miseria da tutte le parti.

Evidentemente presso l’Ente Eur non è proprio così. L’ente Eur, che tra una vicenda giudiziaria e la necessità di coprire buchi milionari per completare la Nuvola, sembra navigare in acque talmente tranquille da potersi permettere di cedere i propri gioielli per un tozzo di pane, senza preoccuparsi minimamente se il valore reale del bene ceduto corrisponda al miglior prezzo oppure no.

Una storia che lascia esterrefatti; come il caso del restauro del Colosseo affidato a Della Valle, quello che lascia perplessi non è tanto il valore assoluto degli importi in gioco (difficili da valutare oggettivamente quando si tratta di patrimonio culturale), quanto la sistematica assenza di procedure chiare e trasparenti mirate proprio ad assicurare al pubblico le condizioni più vantaggiose. In poche parole una semplice gara.

Provate a immaginarvi la scena:

– pronto EUR?

– si, mi dica,

– che per caso avete disponibile un appartamentino, o un immobile di pregio, per farci una casa di moda per una società multinazionale? qualcosa tipo un affitto 4+4 tacitamente rinnovabile,

– guardi ho qui disponibili alcune opzioni: una torre appena sventrata in prossimità del laghetto; c’è da metterci le mani sopra per risistemarla ma il vantaggio è che può personalizzarla come vuole,

– uhmm, quella vicina alla Nubbe de fero? no, troppo trafficata, eppoi in queste ristrutturazioni non sai mai cosa ti puoi aspettare, magari mi ritrovo pieno di amianto, oppure mi tocca rifare l’impianto elettrico perché manca il salvavita,

– altrimenti un’area nuova nuova in costruzione nell’area del vecchio velodromo, c’è da aspettare un poco prima che finiscano i lavori però sarebbe un immobile nuovo nuovo,

– no, non mi ispira, a me servirebbe in tempi brevi, qualcosa in pronta consegna non c’è?

– aspetti mi faccia vedere, ecco, ci sarebbe un’occasione: un monovolume ampio e spazioso con vista sulla valle del Tevere, già pronto per l’uso, appena ristrutturato; molto luminoso e finestrato su quattro lati, lo utilizziamo ogni tanto per eventi culturali ma di fatto è disponibile quando vuole,

– ah, questo ultimo mi pare buono, e quanto me lo fate?

– boh, non so, non siamo abituati a fare valutazioni oggettive: sa, qui in genere ci basiamo sulla stretta di mano, si presenta l’amico del capo, si mettono d’accordo sul prezzo e fila tutto liscio; lei quanto può spendere?

– guardi non ho proprio idea, sa, sono francese, non sono pratico del mercato romano;  per esempio so che il Ponte Vecchio a firenze lo mettono 100.000 € a notte,

– beh adesso, così su due piedi non è che possiamo fare questi paragoni. Lei pensi per esempio che sul sito dell’agenzia del territorio uno spazio commerciale in affitto in zona EUR è valutato tra i 27,5 e i 40 €/mq per ogni mese;

– così tanto? guardi io speravo in uno sconticino….

– ehee, sempre a chiede lo sconticino voi francesi; qui siamo un ente statale, praticamente siamo gli stessi che da una parte hanno aumentato le tasse chiedendo sacrifici a tutti quanti, mica possiamo rinunciare così facilmente ad una fonte di guadagno anche pochi spiccioli contano, pensi che abbiamo persino aumentato tutti i bolli arrotondandoli per eccesso,

– appunto, con questa crisi anche noi ricchi abbiamo i nostri problemi, sa, prima l’IMU da pagare, poi i bolli che si arrotondano; da qualche parte dobbiamo pur recuperare, la prego mi dia una mano,

– è difficile, eppoi lei non è quello che aveva un’opzione vicino al Maxxi?

– ehmm si in effetti sono lo stesso

– e allora perché non resta li, il Maxxi è una sede prestigiosa, un’occasione per dare ossigeno al museo e contemporaneamente creare ottime sinergie

– ma sa, anche li non è che ero convinto; intanto lei lo sa in Italia quanto è difficile realizzare una nuova opera: le amministrazioni non ti aiutano, e quando poi riesci ad avviare i lavori, ti si rivoltano contro interi comitati di quartiere: un inferno!

– ehee, la capisco anche su questo: non sa quante storie ci hanno fatto per il Gran Premio di Formla 1; per la nuvola di Fuksas e il Velodromo poi…

– quindi ora sto cercando qualcosa di già pronto, però vorrei anche qualcosa da non spendere una fortuna,

– guardi, proprio perché è lei potrei venirle incontro, chè tanto al ministero guardano solo le grandi cifre, non è che stanno a guardare tra 27 e 20, puntano dritti al fattore più alto. Facciamo cosi, metto sulla scheda che il manufatto è vecchio e le applico il valore minore, poi con tutte quelle finestre ad arco, segnalo che essendo pieno di spifferi si giustifica l’arrotondamento al ribasso, in un attimo è fatta. Le metto il Colosseo quadrato a 20 €/mq al mese e non se ne parla più

– fantastico! grazie, grazie; oh, mi raccomando, non è che poi ci ripensate? non è che poi arriva Pierre Cardin e mi soffia la cosa? quello già a Venezia, con le sue manie di grandezza ha combinato un casino, mica vorrete un’altro grattacielo?

– si figuri, noi i grattacieli all’EUR li abbiamo già affidati a Purini; può dormire sonni tranquilli, arrivederci

– è un piacere fare affari con voi, arrivederci


Lascia un Commento