Appello a tutti gli architetti ed ingegneri italiani

Segnaliamo volentieri un’iniziativa nata da alcuni colleghi all’interno del Gruppo Osservatorio Legislativo nato all’interno di Inarcommunity.

Il gruppo è nato spontaneamente al di fuori degli ordini professionali e delle istituzioni, si è attivato per proporre un emendamento al disegno di legge n. 3110/2012, e ha presentato con successo l’emendamento al Senato che è stato inserito per le modifiche all’art. 52 con discrete possibilità di passare, a differenza di quanto è riuscito ad ottenere il CNA.

L’approvazione di tale emendamento porterebbe grandi vantaggi per la nostra categoria,  è necessario l’appoggio dei liberi professionisti architetti e ingegneri e delle Associazioni ed Istituzioni di categoria.

Si allega l’Appello:

Inarcommunity

“Gruppo Osservatorio Legislativo”

Appello a tutti  gli architetti ed ingegneri italiani, agli Organismi preposti a rappresentarci, alle associazioni ed ai sindacati per supportare il nostro emendamento in discussione al Senato

Il nostro gruppo si è attivato per proporre un emendamento al disegno di legge n. 3110/2012, conversione in Legge del D.L. 2 gennaio 2012 n. 1 è stato acquisito integralmente. Si trova al tomo V degli emendamenti, articoli da 37 a 56, pag. 301e 302, n. 2420 e 2421.

vedi link

Pur senza la presunzione di poter risolvere tutte le problematiche della categoria, ma con la convinzione di dover agire,  i  punti significativi sono:

la definizione, per i L.P. Diplomati, di progettare e vigilare su edifici non civili sotto i 300 mc, al fine di risolvere definitivamente uno degli aspetti sulle competenze tra tecnici laureati e diplomati

l’innalzamento del limite per le opere pubbliche, con gare di progettazione a procedura aperta, da 100.000,00 a 200.000,00 Euro, al fine di adeguare la norma italiana a quella Europea e consentire nuovamente agli studi medio-piccoli di concorrere sul mercato interno;

la progettazione in capo ai liberi professionisti al fine di dare maggiore trasparenza al settore dell’affidamento dei servizi di progettazione;

il vincolo per i progettisti ad essere titolari di partita iva ed iscritti ad una cassa;

l’ammissione dei soci di capitale solo in quota minoritaria;

l’indagine di mercato, il rispetto del principio della rotazione, l’eventuale sorteggio per l’affidamento di incarichi di progettazione da parte delle PA;

l’importo della prestazione non potrà costituire elemento di valutazione ai fini dell’affidamento dell’incarico;

Da oggi 14 febbraio, e per pochissimi giorni, i gruppi politici decideranno quali Emendamenti inserire nel D.L. sulle Liberalizzazioni e poi, secondo sempre più insistenti voci di corridoio, blinderanno il testo.

Non abbiamo un colore politico, non ci capeggia un’associazione, un Ordine, un Sindacato, siamo solo dei liberi professionisti che si sono rimboccati le maniche.

Questa al momento è L’UNICA PROPOSTA CONCRETA A LIVELLO NAZIONALE.

La vostra sottoscrizione è importantissima per dar peso al nostro/vostro impegno

Sottoscrivetelo come singoli o come associazione, ordine, sindacato etc….  mandando una semplice email con i vostri dati  all’indirizzo:

osservatoriolegislativo@gmail.com

In rappresentanza del Gruppo Operativo dell“Osservatorio Legislativo”,

i primi firmatari dell’emendamento proposto:

Arch. Mario Porreca, Arch. Giuseppe Dimonte, Arch. Bruna Gozzi, Ing. Nunzia Samanta Soranno, Arch. Celeste Petraroli, Ing. Alessandro Fadda, Arch. Francesco Crotti, Ing. Carmine Vitale, Ing. Giuseppe Lampis, Arch. Fabio Muci, Arch. Luca Ferrante, Ing. Euro Marangoni, Arch. Gian Marco Santarsiero, Ing. Mauro Baglioni, Arch. Angela Rosa, Arch. Elena Fedi, Arch. Fabrizio Rinaldi, Ing. Danilo Luchini, Arch. GianCarlo Gatta, Arch. Elisabetta Mazzola, Arch. Danilo Gentili, Arch. Danilo Spagnuolo, Ing. Roberto Gallerani, Ing. Antonio Achille, Arch. Domenico Tartaglia, Arch. Dante Salmé, Ing. Antonio Alvigini, Arch. Stefano Gradassi, Arch. Emilio Coppola, Arch. Marcello Dimonte.

Organi e associazioni che lo sottoscrivono.


2 Commenti a “Appello a tutti gli architetti ed ingegneri italiani”

  1. […] Appello a tutti gli architetti ed ingegneri italiani […]

  2. nin A. ha detto:

    Salve a tutti, colgo l’occasione per fare di nuovo le congratulazioni a chi ha creato questa “rete” e vi pongo un quesito, forse banale per qualcuno:
    Come si può cercare di ridurre il numero di immatricolati alle facoltà di architettura? Come si fa a cambiare le posizioni granitiche dei rettori/presidi di facoltà/professori? possibile che in 150 000 non riusciamo a far ragionare nessuno?
    Ci sono meccanismi che ovviamente non conosco e quando cerco di chiedere il preside della mia facoltà mi risponde “è un procedimento complesso”.
    Sarebbe banale chiedere a questo governo tecnico di mettere mano alla questione?
    Grazie.

Lascia un Commento