Notizie da inarcassa

inarcassanews

cari amici e colleghi

E’ iniziato da alcuni mesi il mio mandato di delegato inarcassa di Roma, (vi ricordo che Roma per 5 anni non ha avuto delegati),  le problematiche da risolvere sono tante e il lavoro che ci aspetta è lungo e difficoltoso, ma qualcosa di nuovo si può fare subito:

informare i colleghi su tutto ciò che avviene all’interno di inarcassa.

La newsletter nasce con l’obiettivo di avvicinare gli iscritti alla propria cassa di previdenza per conoscere a fondo la struttura, le dinamiche, le norme, le delibere, le novità e al fine di evitare incomprensioni, malintesi, equivoci, errori, ma soprattutto avendo la consapevolezza di chi ha deciso cosa.

La comunicazione credo che sia alla base di un buon rapporto tra cassa e iscritti, in questi 5 anni di mandato bisognerà lavorare molto su questo aspetto, in ogni caso chi non è interessato a ricevere questa newsletter può rispondere alla mail con oggetto cancella.

Vi riassumo le ultime novità:

1) Nella riunione del Comitato Nazionale Delegati del 27 e 28 Maggio, (l’ultima del precedente mandato), sono state prese decisioni importanti in merito al sistema sanzionatorio. Sono state modificate e in gran parte ridotte le penali in caso di omissione o ritardo nel pagamento dei contributi, nell’invio della dichiarazione e nell’iscrizione alla cassa.

E’ stato introdotto il ravvedimento operoso che permette all’iscritto, che si sia dimenticato di pagare il contributo o di inviare la dichiarazione, di mettersi in regola senza il pagamento di penali a patto che lo faccia prima di ricevere la notifica. E’ stato introdotto il principio di modularità nel sistema delle sanzioni, prima la percentuale della penale era la stessa a prescindere da quando si pagava  ora sarà diversa a secondo di quando si effettua il pagamento.

2) Nella riunione del Comitato Nazionale Delegati del 25 e 26 Giugno, (la prima riunione del nuovo Comitato eletto per il quinquennio 2010-2015), è stato eletto il Consiglio di Amministrazione e il Collegio dei Revisori.

Per un resoconto delle nomine e dell’accaduto vai sul seguente link

3) Inarcassa ha rinnovato il proprio sito web sia nella forma grafica che nei contenuti ma, con mio grande stupore, non lo ha comunicato ai propri iscritti. Tra le novità importanti ci sono i nuovi servizi on line tra cui la possibilità di richiedere il DURC, Il servizio inarcassa risponde che consente di inoltrare richieste di chiarimento su aspetti normativi o procedurali della previdenza e sullo stato di singole pratiche, il servizio bandi e gare, i finanziamenti on line e molto altro.

Vi invito a guardarlo: www.inarcassa.it

4) Nell’ambito della riforma previdenziale sono stati modificati gli artt. 22 e 23 dello Statuto che riguardano l’applicazione della riduzione dei contributi per i giovani sotto i 35 anni, questa modifica ha causato non pochi problemi per  più di 2.000 colleghi, mi sono subito fatto carico del problema inviando una lettera al Consiglio di Amministrazione di Inarcassa, sono seguite riunioni e interessamenti da parte di altri Delegati, è nato un gruppo di iscritti, penalizzati dalla nuova norma, che sta portando avanti alcune iniziative, hanno preso posizione contro questa riforma anche alcuni Ordini professionali, tra cui l’Ordine degli Architetti di Roma.

Il vice presidente di inarcassa architetto Giuseppe Santoro ha mostrato subito la propria disponibilità accettando un incontro con gli iscritti, la situazione è in evoluzione ci saranno presto aggiornamenti, per approfondimenti vai sul seguente link

5) Nella riunione del Comitato Nazionale Delegati del 14 e 15 Ottobre è stata votata l’Asset Allocation strategica 2011-2015, ovvero come ripartire gli investimenti tra le opportunità alternative secondo un orizzonte temporale di medio e lungo periodo.

Si è deciso per un profilo/rendimento medio con valore nominale lordo atteso del 6,54 % con le seguenti classi di investimento:

monetario 2,0%

obbligazionario 41,5%

azionario 20%

alternativi 11,5 %

immobiliare 25%

Io ho votato contro per due motivazioni:

1) perché non mi è piaciuto l’approccio alla votazione, ovvero non è stata data la possibilità al CND di esprimere la propria preferenza sulle tre opzioni previste ma si è fatto votare subito per la preferenza espressa dal CDA e come dire: voi vi prendete la responsabilità e io decido, non mi sembra un modo corretto di operare.

2) perché ritengo che nel lungo periodo sia più importante investire non sull’obbligazionario, che ha bassi rendimenti e rischi del tutto simili all’azionario, ma sull’alternativo che permette di fare investimenti innovativi che possano  coinvolgere anche il mercato dei professionisti.

Poi si è passati alla votazione di come ripartire alcuni fondi, (circa 670.000 euro), per il sostegno alla professione, ci sono state lunghe discussioni, polemiche su inarcommunity, (di cui scommetto molti di voi ignorano l’esistenza), alla fine sono state messe alla votazione numerose mozioni ma senza specificarne l’importo dello stanziamento rimandando al CDA la valutazione in merito.

Io ho proposto di utilizzare alcuni immobili di inarcassa per l’affidamento a gruppi di ingegneri e architetti per la realizzazione del proprio studio professionale a prezzi di locazione facilitati invogliando i colleghi ad unirsi per contrastare questa anomalia tutta italiana di avere una media di addetti per studio dio 1,2 unità.

Nel discorso iniziale del Presidente sono stati affrontati diversi temi, tra cui la problematica dei giovani iscritti sotto i 35 a cui è stata tolta l’agevolazione, la Muratorio ha ribadito la posizione già espressa dal CDA, ci sono stati vari interventi di delegati e si è provato a proporre una mozione sottoscritta da più di 50 colleghi per discutere subito in CND la questione e metterla ai voti, il presidente dell’Assemblea, architetto Valle, ha dichiarato irricevibile la mozione perchè troppo particolare in una trattazione dell’ordine del giorno generale, in parole povere bisognava avere all’ordine del giorno un punto specifico su questo tema.

Abbiamo quindi raccolto le firme necessarie per mettere all’ordine del giorno del prossimo CND la suddetta problematica, il pericolo è che il Comitato decida di risanare la questione attraverso una norma transitoria o una modifica dello statuto che comporterà un lungo iter di approvazione da parte dei Ministeri vigilanti e quindi gli iscritti dovranno attender 2 o 3 anni per vedere riconosciuti i loro diritti.

Il Presidente Muratorio ha informato i Delegati sulle recenti nomine da parte del CDA dei componenti della redazione della rivista della cassa, della redazione di inarcommunity e della commissione congruità che si occupa degli immobili. I nomi dei componenti sono allegati in fondo.

Chiudo con una buona notizia, il vicepresidente architetto Santoro ci ha comunicato che è in via di risoluzione la situazione della sede di via Po a Roma (edificio che doveva essere la nuova sede di inarcassa ma che non lo sarà più, in cui il cantiere è fermo da oltre due anni per problemi con l’impresa che è in corso di fallimento), presto avremo un edificio di valore in una posizione strategica che potrà essere affittato a società importanti e fruttarci parecchi soldi, anche se ormai non potremo recuperare il mancato introito degli anni passati.

Colleghi nominati il 23 settembre 2010 dal CDA nella Commissione Congruità:

Dott. Arch.  Costabile Pasquale

Dott. Arch. De Luca Giovanni

Dott. Arch. Galvani Giacomo

Dott. Arch. Gorra Luigi

Dott. Arch.  Leon Gerardo Antonio

Dott. Arch.  Petecca Erminio

Dott. Arch.  Ricciuti Cesare

Dott. Arch.  Scollo Salvatore

Dott. Arch. Sirotti Massimiliano

Dott. Arch.  Senzalari Cesare

Dott. Ing.  Di Fazio Alberto

Dott. Ing.  Ferraro Gioacchino

Dott. Ing.  Piras Massimiliano

Dott. Ing.  Rota Sandro

Dott. Ing.  Tipaldi Pasquale

Dott. Ing.  Zocca Mario

Colleghi nominati il 23 settembre 2010 dal CDA nellaredazione della rivista di inarcassa:

Direttore Responsabile del periodico Inarcassa

Ing. Suffredini Tiziano

Direttore di Redazione

Arch. Nicosia Emanuele

Componenti il Comitato di Redazione del periodico Inarcassa

Ing. Capello Riccardo, Arch. Camerini Vittorio, Arch. Caggiano Paolo, Arch. Crobe Antonio, Ing. Clarelli Sergio, Arch. Drago Giuseppe, Arch. Dusi Giampaolo, Arch. Fiorentino Maria Pia Irene, Arch Galli Angelo Raffaele

Responsabile del Consiglio di Amministrazione nel Comitato di Redazione

Ing. Caccavale Nicola

Colleghi nominati il 23 settembre 2010 dal CDA nellaredazionedi inarcommunity:

Componenti il Comitato di Redazione, specificatamente per Inarcommunity

Ing. Croce Aristide, Arch. Pregliasco Luca, Arch. Prestifilippo Cinzia, Arch. Vitali Silvia

Responsabile del Consiglio di Amministrazione nel Comitato di Redazione

Inarcommunity

Ing. Fietta Franco


Un Commento a “Notizie da inarcassa”

  1. Alessandro Maria Angeleti ha detto:

    Complimenti, finalmente, questa delle notizie è un’iniziativa lodevole e piacevole. Spero che gli impegni futuri del collega non ostacoleranno questa sua idea e che potrà continuare a fornirci queste notizie le quali rimanevano molte francamente sconosciute, se da ricavare dalla rivista ufficiale.
    Complimenti anche per la prosa, fluida e chiara.
    Alessanadro Maria Ageletti

Lascia un Commento